cocciniglie e cani

Questa area è dedicata per discutere su metodi biologici usati per la coltivazione delle succulente, oltre ai normali concimi e insetticidi, cosa usi tu?
ollivander
membro forum
membro forum
Messaggi: 168
Iscritto il: 13/08/2010, 11:16
Sesso: donna
coltivo dal: 2002
coltivo in provincia di...: Roma
clima: umido tutto l'anno, raramente gela in inverno
Località: Provincia di Roma

cocciniglie e cani

Messaggio da leggereda ollivander » 13/08/2010, 12:53

buon pomeriggio,

sto rimettendo mano alle mie piccoline dopo circa 3 anni in cui sono state seguite da mani non espertissime.
tengo le piante in 3 diverse zone del giardino; una a cui hanno accesso i cani, una a cui i cani possono accedere solo in parte ed una a cui non accedono.
le piante nella zona priva di accesso ai cani sono anche totalmente prive di cocciniglie, mentre le altre due zone ed in particolare quella a diretto contatto con cani, sono piene di "morte e devastazione" da cocciniglia.
è possibile che queste cose siano in qualche modo legate?
per quel che ho potuto constatare ad un alta presenza di cocciniglia si accompagna anche una copiosa presenza di pelo di labrador! bang:
Thoughts, like fleas, jump from man to man but they don't bite everybody

Avatar utente
arteebotanica
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3235
Iscritto il: 02/05/2010, 22:23
Sesso: uomo
coltivo dal: 1985
coltivo in provincia di...: Treviso
clima: estati afose inverni a volte freddi e umidi
Località: loria TV
Contatta:

Re: cocciniglie e cani

Messaggio da leggereda arteebotanica » 13/08/2010, 14:24

le tue osservazioni son molto iteressanti, non ho mai sentito di queste possibilità, penso che in giro non ci sia niente, bisognerebbe fare delle altre prove il prossimo anno con delle piante scelte appositamente e sane, per vedere se la cosa influisce, mi sembra uno studio interessante e da fare, anche se a primo dire sembrerebbe non centrare, aei stata atenta ad altri fattori, esposizione acqua terra ecc ecc?
ciao a tutti.
lorenzo stocco
http://www.arteebotanica.org il sito sulle aizoaceae
https://www.facebook.com/lorenzo.stocco#!/

ollivander
membro forum
membro forum
Messaggi: 168
Iscritto il: 13/08/2010, 11:16
Sesso: donna
coltivo dal: 2002
coltivo in provincia di...: Roma
clima: umido tutto l'anno, raramente gela in inverno
Località: Provincia di Roma

Re: cocciniglie e cani

Messaggio da leggereda ollivander » 13/08/2010, 15:02

l'acqua è stata somministrata in uguali quantità. quello che varia significativamente sono le posizioni dei 3 ambienti:

1 ambiente in pieno sole leggermente verandato (ossia se nn diluvia a vento le piante rimangono asciutte) e parzialmente a contatto con i cani esposto completamente a sud.

2 ambiente esposto ad est con copertura estiva tramite tenda, in inverno rimane completamente aperto ed è a diretto contatto con i cani.

3 ambiente esposto ad ovest verandato (le piante non si bagnano se non per innaffiatura) e privo di accesso per i cani.

non so cosa se ne possa dedurre ma più ci sono peli dei cani e più sembrano attecchire le cocciniglie! disperata:
Thoughts, like fleas, jump from man to man but they don't bite everybody

Avatar utente
arteebotanica
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3235
Iscritto il: 02/05/2010, 22:23
Sesso: uomo
coltivo dal: 1985
coltivo in provincia di...: Treviso
clima: estati afose inverni a volte freddi e umidi
Località: loria TV
Contatta:

Re: cocciniglie e cani

Messaggio da leggereda arteebotanica » 13/08/2010, 15:16

penso che il tipo di piante cambi vero? sai che ci sono piante che prendono la cocciniglia più facilmente di altre.
bisognerebbe provare con la stessa specie messa nelle stesse condizioni climatiche e posizione con la sola differenza della presenza o meno dei cani, solo così si può essere sicuri se ci possa essere influenza da loro.
nel tuo caso non cambia solo la presenza dei cani ma anche moltissimi altri fattori, diventa quindi difficile da dirsi, personalmente non credo centrino i cani, forse quello senza cocciniglie è perchè è isolato con l'esterno( se ho capito) e quindi l'esposizione a possibili attacchi da cocciniglia è molto limitato, le cocciniglie degli altri potrebbero essere portate anche da piante dei vicini
ciao a tutti.
lorenzo stocco
http://www.arteebotanica.org il sito sulle aizoaceae
https://www.facebook.com/lorenzo.stocco#!/

Avatar utente
arteebotanica
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3235
Iscritto il: 02/05/2010, 22:23
Sesso: uomo
coltivo dal: 1985
coltivo in provincia di...: Treviso
clima: estati afose inverni a volte freddi e umidi
Località: loria TV
Contatta:

Re: cocciniglie e cani

Messaggio da leggereda arteebotanica » 13/08/2010, 15:18

mi fa pensare che l'attacco arrivi da est e poi si è propagato in modo più tenue ( al momento) a sud e non ha ancora raggiunto l'ovest perchè più riparato
ciao a tutti.
lorenzo stocco
http://www.arteebotanica.org il sito sulle aizoaceae
https://www.facebook.com/lorenzo.stocco#!/

ollivander
membro forum
membro forum
Messaggi: 168
Iscritto il: 13/08/2010, 11:16
Sesso: donna
coltivo dal: 2002
coltivo in provincia di...: Roma
clima: umido tutto l'anno, raramente gela in inverno
Località: Provincia di Roma

Re: cocciniglie e cani

Messaggio da leggereda ollivander » 13/08/2010, 23:01

allora, le piante ad ovest sono quasi tutte succulente senza spine.
le piante a sud sono per il 70% spinose e il restante 30% sono lithops et similia necessitanti sole e calore.
le piante ad est sono un mix delle più resistenti alle intemperie ed in effetti a soccombere sono state tutte quelle un pò più delicate.
l'esperimento che mi suggerisci sarebbe da provare, solo che ora davanti a me ho un'impresa titanica, ossia cercare di riportare all'antico splendore le sopravvissute alla mia assenza ed identificare accuratamente le rimaste senza cartellino.
in mia assenza mia nonna si è presa cura delle piccole ma per quanto portata alla cura del giardino non ricordava tutte le mie raccomandazioni e non si preoccupava della presenza o meno dei cartellini. in ogni caso se ho ancora una buona metà della collezione lo devo solo a lei beer_green5
Thoughts, like fleas, jump from man to man but they don't bite everybody

Avatar utente
arteebotanica
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3235
Iscritto il: 02/05/2010, 22:23
Sesso: uomo
coltivo dal: 1985
coltivo in provincia di...: Treviso
clima: estati afose inverni a volte freddi e umidi
Località: loria TV
Contatta:

Re: cocciniglie e cani

Messaggio da leggereda arteebotanica » 13/08/2010, 23:48

purtroppo non conosco rimedi molto ecologici da suggerirti, in questo caso così estremo probabilmente di converrà usare un buon insetticida sistemico, nei garden ne potrai trovare di diverse ditte, adesso non ricordo il principio attivo che ho usato io, evita comunque il cosidetto olio bianco o simili una volta le mie si son scottate con quelle cose.
oppure se hai pazienza e tempo dovresti svasarle tutte lavarle bene dal terriccio, uova di cocciniglia possono essere dappertutto, anche a spruzzo forte con acqua tiepida se possibile , ma va bene anche come viene, io a volte con un penellino le passo con acqua e sapone e poi le risciaquo subito bene sempre con l'aiuto di un penello passo tutta la superfice poi metto ad asciugare e rinvaso, ma qesto per poche piante con tante ti conviene per una volta usare i rimedi drastici detti sopra.
ciao a tutti.
lorenzo stocco
http://www.arteebotanica.org il sito sulle aizoaceae
https://www.facebook.com/lorenzo.stocco#!/

ollivander
membro forum
membro forum
Messaggi: 168
Iscritto il: 13/08/2010, 11:16
Sesso: donna
coltivo dal: 2002
coltivo in provincia di...: Roma
clima: umido tutto l'anno, raramente gela in inverno
Località: Provincia di Roma

Re: cocciniglie e cani

Messaggio da leggereda ollivander » 14/08/2010, 7:54

l'idea sarebbe di svasarle tutte e fare un bella visitina accurata.
ho una settimana di ferie e quindi dovrei farcela.
appena riesco posto delle foto delle "diventate" sconosciute.
grazie per la sollecitudine e gli ottimi consigli
Thoughts, like fleas, jump from man to man but they don't bite everybody

Avatar utente
arteebotanica
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3235
Iscritto il: 02/05/2010, 22:23
Sesso: uomo
coltivo dal: 1985
coltivo in provincia di...: Treviso
clima: estati afose inverni a volte freddi e umidi
Località: loria TV
Contatta:

Re: cocciniglie e cani

Messaggio da leggereda arteebotanica » 14/08/2010, 11:24

a volte dopo si può aggiungere una o due( secondo il vaso) palline di naftalina o simile, canfora ecc. sembra aiuti ad allontanare le cociniglie, attenzione le allontana e quindi andranno in quei vasi che ne sono sprovvisti oppure dalle radici ai rami, alcuni icono che possono morire se si chiude la pianta per un pò di tempo in un sacchetto sigillato , ci ho provato , ma le cocciniglie stavano benone mentre la pianta a stare siggillata non sempre sta benone.
dopo il lavaggio fai sempe molta attenzione alle piante e appena vedi qualòche cosa intervieni subito, lo dovrai fare per un periodo finchè non noti più nulla
ciao a tutti.
lorenzo stocco
http://www.arteebotanica.org il sito sulle aizoaceae
https://www.facebook.com/lorenzo.stocco#!/

ollivander
membro forum
membro forum
Messaggi: 168
Iscritto il: 13/08/2010, 11:16
Sesso: donna
coltivo dal: 2002
coltivo in provincia di...: Roma
clima: umido tutto l'anno, raramente gela in inverno
Località: Provincia di Roma

Re: cocciniglie e cani

Messaggio da leggereda ollivander » 15/08/2010, 2:00

la canfora l'ho utilizzata in passato ed in effetti i risultati erano temporanei. mischiavo la canfora al terreno ma in futuro voglio provare a sbriciolarla e lasciarla fuori intorno ai vasi. magari riesce a tenere lontane le cocciniglie da tutte le piante in blocco.
il metodo del sacchetto non mi ha mai convinta e anche da quanto dici tu non sembra essere efficace.

nell'attesa che le piante si asciughino dopo la pioggia sto facendo un check completo del vasellame a mia disposizione. molti vasi necessitano disinfezione in quanto ci sono i segni di precedenti attacchi fungini o di cocciniglie. questa mattina li ho spruzzati tutti con la candeggina e li ho lasciati lì, nel pomeriggio li ho immersi tutti in acqua e candeggina e li lascerò a mollo fino a domattina.
secondo te questo può bastare a disinfettarli o devo fare altro?
i vasi basterà risciacquarli con acqua pulita o devo lasciarli a mollo in acqua dolce per un pò? non vorrei poi intossicare le piante al momento del rinvaso...
Thoughts, like fleas, jump from man to man but they don't bite everybody


Torna a “IL GIARDINO BIOLOGICO”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite