Mammillaria wagneriana WM 7150

Qui troverete le schede di coltivazione di ogni pianta elencata, compresi etimologia, sinonimi, habitat ecc.
Rispondi
Avatar utente
ferochepassione
membro forum
membro forum
Messaggi: 11
Iscritto il: 19/02/2012, 20:54
Sesso: uomo
coltivo dal: 1980
coltivo in provincia di...: napoli
clima: tipicamente mediterraneo

Mammillaria wagneriana WM 7150

Messaggio da leggere da ferochepassione » 22/02/2012, 16:51

Pianta solitaria depressa-globosa con fusto di 20 cm. di diametro e 15 cm di altezza con ascelle provviste di fitta lana bianca. Spine radiali 9 o 10 ineguali da 5 a 7 mm. Lunghe e di colore biancastro con punta marrone. Spine centrali da 2 a 4 dritte e di 2 cm. lunghe o tortuoso da 4 a 5 cm., rosse con punta dorata. I fiori sono di colore biancastro con striscia mediana rosa pallido, stimma verde chiaro giallastro. La frutta è rossa ed il seme marrone.
Questa specie non è di difficile accrescimento ed aumenta costantemente di dimensione se regolarmente rinvasata per raggiungere poi la dimensione indicata da Reppenhagen e cioè 20 cm. di larghezza.
wagneriana [cactus].jpg
wagneriana [cactus].jpg (212.82 KiB) Visto 2414 volte
Si pensa che alcuni degli impianti in circolazione sotto il nome di M. obscura sono riconducibili a questa specie. M. obscura si rifà a al nome indicato da Craig. Tuttavia Hunt ha sottolineato che l'identità di M. obscura vuol dire appannata, come suggerisce il nome, e si riferisce al primo nome di M. petterssonii anche se leggendo tra le righe la vede come più vicina a M. gigantea. Hunt si riferisce a questa specie anche col nome di M. antesbergeriana
Le piante vendute in questi ultimi anni come M. wagneriana var. tortulospina sono di certo non più attraenti della specie tipo e non vi è alcuna sicurezza rispetto alla correttezza della nomenclatura come varietà.

Messico: Zacates, Jalisco e Aguascalientes
1700/2300 altitudine

Numero di campo:
Lau 1136? (ZSS se M. antesbergeriana);
Rep 980 (ZSS se M. grassa); 1508, 1755, 1756, 2318, 2320;
WM 7150, 7171, 7210, 7220.
Salvatore Formicola

Rispondi