Rinvasi

Qui parliamo della coltivazione, essa comprende, la semina, la crescita, la cura alle malattie e parassiti, il terriccio e insomma tutto quello che centra con la crescita delle nostre piante
Avatar utente
Glauco
membro forum
membro forum
Messaggi: 18
Iscritto il: 05/01/2018, 12:33
Sesso: uomo
coltivo dal: 1980
coltivo in provincia di...: Roma
clima: mediterraneo
Socio A.I.A.S. ?: si
Dove tengo le piante in estate ?: All'aperto sul balcone coperto riparate dalla pioggia,esposte a Sud-Ovest
dove le tieni in inverno ?: All'aperto sul balcone coperto,stessa esposizione
Località: Roma

Rinvasi

Messaggio da leggereda Glauco » 25/01/2018, 18:22

Ciao a tutti,

sto facendo alcuni rinvasi, approfitto del periodo di riposo per cambiare il terriccio esausto.
Mi consigliate di cambiare TUTTO il pane di terra? E quanto e' meglio aspettare prima di rimettere nel vaso l'esemplare?

Glauco

Luca_A
Messaggi: 2
Iscritto il: 03/01/2018, 12:00
Sesso: uomo
coltivo dal: 2017
coltivo in provincia di...: Padova
clima: caldo umido estivo, freddo umido invernale
Socio A.I.A.S. ?: si
Dove tengo le piante in estate ?: dipende dal tipo, ma generalmente riparate dalla pioggia, alcune più ombreggiate di altre
dove le tieni in inverno ?: riparate in una serra ricavata all'interno di una veranda chiusa esposta a sud, serra che non va mai sotto i 5 gradi

Re: Rinvasi

Messaggio da leggereda Luca_A » 30/01/2018, 19:29

Anch'io ho cominciato a fare alcuni rinvasi, perchè riesco a ritagliarmi poco tempo e andrò avanti parecchio. E così facendo, con le piante in riposo, penso che saranno già pronte alla ripresa vegetativa. Se la pianta stava su un substrato già idoneo, secondo me è sufficiente una scrollata e le radici dovrebbero risultare libere dal pane senza interventi che le possao ferire, per cui il rinvaso può essere effettuato anche subito. Se invece pulisci le radici acquistate in vivaio e il pane di terra è torboso, la pulizia delle radici può risultare "invasiva" ed è inevitabile provocare ferite che è meglio si rimarginino, circa una settimana (dipende dalla temperatura e dall'umidità ambientale, prima di interrarle. Sentiamo anche qualcuno di più esperto.

Avatar utente
arteebotanica
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3295
Iscritto il: 02/05/2010, 22:23
Sesso: uomo
coltivo dal: 1985
coltivo in provincia di...: Treviso
clima: estati afose inverni a volte freddi e umidi
Località: loria TV
Contatta:

Re: Rinvasi

Messaggio da leggereda arteebotanica » 30/01/2018, 20:12

Concordo molto con Luca_A i pani torbosi secchi spesso per toglierli bene bisogna mettere le piante sotto un rubinetto di acqua appena tiepida, e poi diventa inevitabile doverle lasciare asciugare, apesso le radici più piccole si spezza ma molte volte queste radici sono già dissecate , sono da temere maggiormente le rotture delle radici più grosse, un perioda ad asciugare va bene anche se il terreno dove erano prima e quello di dove le mettiamo dopo è asciutto, questo perchè le piante hanno già di suo molta acqua internamente e un fungo può entrare e fare danni facilmente, specie quando una pianta è in riposo e non ha reazioni efficai per contratare le infezioni, questo va detto sopratutto per le cactaceae e le euphorbiaceae, per altri generi il discorso cambia, ad esempio per crassula e mesembryanthemaceae io preferisco rivasare e taleare nel periodo di maggior vegetazione, questo perchè durante la vegetazione queste piante sono molto forti e non va dato loro un periodo di secco ma si trapianta col bagnato e si bagna appena trapiantato, in questo modo faccio spesso e l'ho trovato un ottimo modo
ciao a tutti.
lorenzo stocco
http://www.arteebotanica.org il sito sulle aizoaceae
https://www.facebook.com/lorenzo.stocco#!/

Avatar utente
opunzia
moderatori globali
moderatori globali
Messaggi: 1289
Iscritto il: 20/05/2010, 15:33
Sesso: donna
coltivo dal: 1998
coltivo in provincia di...: Padova
clima: caldo umido estivo, freddo umido invernale
Socio A.I.A.S. ?: si
Dove tengo le piante in estate ?: dentro e fuori casa
dove le tieni in inverno ?: all'aperto, in casa e in serra

Re: Rinvasi

Messaggio da leggereda opunzia » 02/02/2018, 14:30

Beati voi che avete potuto partire con i rinvasi, io ho appena svasto un poche di cactaceae da una settimana, fra una cosa e l'altra non ho ancora rinvasato speriamo la prossima settimana
ciao ciao ImmagineOpunzia

Pianura veneta 12 mt slm
estate afosa, inverno umido e nebbioso
https://www.facebook.com/groups/amici.aias

Avatar utente
arteebotanica
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3295
Iscritto il: 02/05/2010, 22:23
Sesso: uomo
coltivo dal: 1985
coltivo in provincia di...: Treviso
clima: estati afose inverni a volte freddi e umidi
Località: loria TV
Contatta:

Re: Rinvasi

Messaggio da leggereda arteebotanica » 02/02/2018, 20:33

va beh, c'e tempo ancora
ciao a tutti.
lorenzo stocco
http://www.arteebotanica.org il sito sulle aizoaceae
https://www.facebook.com/lorenzo.stocco#!/

Avatar utente
Claudex
socio AIAS
socio AIAS
Messaggi: 1618
Iscritto il: 21/06/2010, 22:49
coltivo dal: 1986
Località: Roma

Re: Rinvasi

Messaggio da leggereda Claudex » 03/02/2018, 0:14

attenzione con i rinvasi che l'inverno non è ancora finito, prossimamente sull'Italia scenderà aria fredda (quasi gelida) e nevicate a bassa quota..........!!!!!!!!!! vpx3zm 36_1_26 azone11 :vento:
io aspetto verso marzo-aprile-maggio a fare i rinvasi, come ho sempre fatto e con ottimi risultati. beer_green5

Avatar utente
opunzia
moderatori globali
moderatori globali
Messaggi: 1289
Iscritto il: 20/05/2010, 15:33
Sesso: donna
coltivo dal: 1998
coltivo in provincia di...: Padova
clima: caldo umido estivo, freddo umido invernale
Socio A.I.A.S. ?: si
Dove tengo le piante in estate ?: dentro e fuori casa
dove le tieni in inverno ?: all'aperto, in casa e in serra

Re: Rinvasi

Messaggio da leggereda opunzia » 03/02/2018, 9:58

Grazie Claudex mi rincuori e prendo corraggio, anch'io ora aspetto che il brutto tempo l'influenza malefica e altre avversità se ne vadino dalla mia casa spero che le piante non mi tradiscano e riescano a superare almeno febbraio
ciao opunzia
ciao ciao ImmagineOpunzia

Pianura veneta 12 mt slm
estate afosa, inverno umido e nebbioso
https://www.facebook.com/groups/amici.aias

Avatar utente
opunzia
moderatori globali
moderatori globali
Messaggi: 1289
Iscritto il: 20/05/2010, 15:33
Sesso: donna
coltivo dal: 1998
coltivo in provincia di...: Padova
clima: caldo umido estivo, freddo umido invernale
Socio A.I.A.S. ?: si
Dove tengo le piante in estate ?: dentro e fuori casa
dove le tieni in inverno ?: all'aperto, in casa e in serra

Re: Rinvasi

Messaggio da leggereda opunzia » 13/02/2018, 16:16

Il rinvaso per me è una cerimonia bisogna predisporre tutto il materiale per la pianta che si desidera rivasare. Vasi, Terricci, posto dove collocarla.
Io dò sempre priorità alle piante che hanno bisogno di essere rinvasate. Prima comincio con le piante che sono in un vaso da diversi anni, cioè almeno da cinque anni, ma ho piante che sono in vaso almeno da 10 anni senza mai aver cambiato terriccio perché???. preparo i vasi ora sempre di plastica, marrone se li trovo altrimenti neri, della grandezza che vanno bene per un futuro almeno di altri 10 anni. Una volta che le piante sono adulte, cioè quando fioriscono e ci donano i loro semi, ho imparato che vanno rinvasate sempre meno, perché il rinvaso provoca uno schok sulle piante, e devono avere il tempo ed il clima per riprendersi. Uno shock viene provocato anche per lo spostamento della pianta anche solo di un mt da dove era collocata prima. Le nostre piante vanno osservate molto durante la loro vegetazione e anche nella dormienza, cioè durante i mesi che non vegetano.
Per me vanno seguite secondo la loro provenienza storica. (per es: una pianta Messicana, ma nata da seme di una pianta nata qui in Italia, mantiene le sue caratteristiche messicane).Per stare bene dovrà avere uno sbalzo termico tra il giorno e la notte come se vivesse in Messico, ecco perché le nostre piante non possono stare in casa, hanno bisogno di luce e di aria, e secondo me Mai di sole diretto.
da Cerritos verso Matehuala_.JPG
da Cerritos verso Matehuala_.JPG (358.67 KiB) Visto 762 volte

491 da Cerritos verso Matehuala.JPG
491 da Cerritos verso Matehuala.JPG (231.17 KiB) Visto 762 volte

Turbinicarpus in Serra fredda.JPG
Turbinicarpus in Serra fredda.JPG (445.2 KiB) Visto 757 volte

485M Cerritos cementificio_Turbinicarpus knuthianus.JPG
485M Cerritos cementificio_Turbinicarpus knuthianus.JPG (551.99 KiB) Visto 763 volte

487M Cerritos cementificio_Turbinicarpus knuthianus.JPG
487M Cerritos cementificio_Turbinicarpus knuthianus.JPG (462.63 KiB) Visto 763 volte

476 Cerritos cementificio_Astrophytum myriostigma.JPG
476 Cerritos cementificio_Astrophytum myriostigma.JPG (544.5 KiB) Visto 761 volte

Astrophytum myriostigma  semina del 2005 in crescita Collezione AIAS 24_4_2009 01.jpg
Una bellissima crescita che in un incontro con gli allievi dell' Istituto di Agraria Duca degli Abruzzi di Padova e dell'Istituto San benedetto da Norcia se li sono trapiantati in vasi a suo tempo e chissà se ancora li coltivano?? mi piacerebbe molto sapere se qualcuno gli ha ancora vivi !!!
Astrophytum myriostigma semina del 2005 in crescita Collezione AIAS 24_4_2009 01.jpg (529.42 KiB) Visto 762 volte

Ho postato altre foto per essere più chiara ed esplicita grazie per la pazienza e l'attenzione
spero di continuare a dire di queste piante e soprattutto che mi capiate

grazie Luigia Pinton opunzia
ciao ciao ImmagineOpunzia

Pianura veneta 12 mt slm
estate afosa, inverno umido e nebbioso
https://www.facebook.com/groups/amici.aias

Avatar utente
opunzia
moderatori globali
moderatori globali
Messaggi: 1289
Iscritto il: 20/05/2010, 15:33
Sesso: donna
coltivo dal: 1998
coltivo in provincia di...: Padova
clima: caldo umido estivo, freddo umido invernale
Socio A.I.A.S. ?: si
Dove tengo le piante in estate ?: dentro e fuori casa
dove le tieni in inverno ?: all'aperto, in casa e in serra

Re: Rinvasi

Messaggio da leggereda opunzia » 18/02/2018, 19:06

ciao desidero farvi vedere un vecchio rinvaso del 2012 in inverno quando la pianta vegeta,una pianta che ha più di 20 anni vive in serra fredda AIAS del Triveneto, cominciava a seccarsi penso per la vecchiaia l'ho portata a casa e l'ho cambiata da un vaso di terracotta ad un vaso di plastica più grande di colore marrone e con terriccio nuovo

Tylecodon cacalioides 01.JPG
Prima del rinvaso
Tylecodon cacalioides 01.JPG (67.46 KiB) Visto 824 volte

Tylecodon cacalioides 02.JPG
osservato bene in tutte le sue parti e tolto le parti malate vecchie
Tylecodon cacalioides 02.JPG (47.45 KiB) Visto 824 volte

Tylecodon cacalioides 03.JPG
Tylecodon cacalioides 03.JPG (48.21 KiB) Visto 824 volte

Tylecodon cacalioides 06.JPG
Tylecodon cacalioides 06.JPG (53.2 KiB) Visto 824 volte

Tylecodon cacalioides 14.JPG
Tylecodon cacalioides 14.JPG (81.52 KiB) Visto 824 volte

Tylecodon cacalioides 15.JPG
Tylecodon cacalioides 15.JPG (65.98 KiB) Visto 824 volte

Tylecodon cacalioides 20.JPG
Tylecodon cacalioides 20.JPG (75.86 KiB) Visto 824 volte

Tylecodon cacalioides 23.JPG
Tylecodon cacalioides 23.JPG (69.28 KiB) Visto 824 volte

Tylecodon cacalioides 27.JPG
Tylecodon cacalioides 27.JPG (66.24 KiB) Visto 824 volte

Serra AIAS in inverno.JPG
Serra AIAS in inverno.JPG (390.12 KiB) Visto 824 volte

spero che la sequenza delle foto sia eloquente e ... se qualcuno di chi mi legge ha foto in habitat di questa pianta per favore me la posti Grazie
Buona serata a tutti
ciao ciao ImmagineOpunzia

Pianura veneta 12 mt slm
estate afosa, inverno umido e nebbioso
https://www.facebook.com/groups/amici.aias


Torna a “COLTIVAZIONE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite