l'utilità dell'areola nella cassificazione

Un aiuto nel riconoscere queste sconosciute
Rispondi
Avatar utente
Franco72
membro forum
membro forum
Messaggi: 252
Iscritto il: 31/03/2014, 16:49
Sesso: Uomo
coltivo dal: 1985
coltivo in provincia di...: CN
clima: mite estivo + freddo invernale, + serra
Località: provincia di Cuneo
Contatta:

l'utilità dell'areola nella cassificazione

Messaggio da leggere da Franco72 » 20/12/2014, 7:16

Quando una cactacea non è fiorita credo di non essere l'unico a fare ancora molta confusione tra diversi generi, soprattutto quando il soggetto non ha ancora raggiunto quell'età e quelle dimensioni ragguardevoli da avere sviluppato tutti i caratteri secondari, come ad esempio la forma cespitosa, il passaggio da sferica ad allungata, ecc.

Mi viene spesso detto che è necessario osservare bene il "particolare" costituto dalle areole, ma poi di fatto nelle immagini che girano tanto sul web quanto nei libri è molto raro trovare di questi ingrandimenti.
Avete per caso qualche suggerimento su siti o libri che guidino bene alla classificazione per lo meno del genere a partire da questi particolari... diciamo "non florali"? Sulla stessa Enciclopedia della Cactacee della Zanichelli a volte le piante fotografate sono così piccole che percepisco a malapena che si tratti di cacatus"!

Se una simile "guida all'areola" dovesse mancare, che ne dite di costruirla noi, con il contributo di tutti noi? beer_green5

Avatar utente
arteebotanica
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3409
Iscritto il: 02/05/2010, 22:23
Sesso: uomo
coltivo dal: 1985
coltivo in provincia di...: Treviso
clima: estati afose inverni a volte freddi e umidi
Località: loria TV
Contatta:

Re: l'utilità dell'areola nella cassificazione

Messaggio da leggere da arteebotanica » 22/12/2014, 21:33

difficile trovare qualcosa sulle areole, e anche difficile costruire qualcosa spesso cambiano a seconda dell'età della pianta e del tipo di coltivazione, ci sono descrizioni di piante dove si parla che possono avere tra le tre e le 8 spine radiali poi leggi di un'altra specie che ne può avere tra le 4 e le 7 spine radiali, ebbene se io ne ho una che ne ha 6 come determino a quale delle due fa parte?
ciao a tutti.
lorenzo stocco
http://www.arteebotanica.org il sito sulle aizoaceae
https://www.facebook.com/lorenzo.stocco#!/

Avatar utente
pulcius
moderatore
moderatore
Messaggi: 949
Iscritto il: 30/05/2010, 22:02
coltivo dal: 1986
Località: Forlì
Contatta:

Re: l'utilità dell'areola nella cassificazione

Messaggio da leggere da pulcius » 23/12/2014, 15:27

Anch'io, come Lorenzo, penso che sia impossibile catalogare le cactaceae partendo dalle areole. Forse quello che tutti ti dicono è che le cactaceae si distinguono da tutte le altre piante succulente per le areole, infatti l'areola è una prerogativa sola ed esclusiva delle Cactaceae. Anche altre succulente hanno le spine, i Pachipodium, ad esempio, o alcune specie di Euphorbie, ma nascono direttamente dal fusto e non dalle areole come nei Cactus. Comunque secondo me si potrebbe trovare il modo di distinguere alcune piante dalle spine se mai solo i generi.

Avatar utente
Franco72
membro forum
membro forum
Messaggi: 252
Iscritto il: 31/03/2014, 16:49
Sesso: Uomo
coltivo dal: 1985
coltivo in provincia di...: CN
clima: mite estivo + freddo invernale, + serra
Località: provincia di Cuneo
Contatta:

Re: l'utilità dell'areola nella cassificazione

Messaggio da leggere da Franco72 » 25/12/2014, 11:12

Sì, ovviamente non pretendevo di arrivare alla specie: il genere sarebbe più che sufficiente!
Il punto è che le classificazioni mi sembra si basino soprattutto sui fiori (e parlo sempre di classificazione per genere), e quando le piante non sono fiorite diventano molto ma molto più difficili.
Sull'Enciclopedia della Cactacee della Zanichelli provano ad associare la forma complessiva della pianta con i generi che di solito rispettano quella determinata forma, ma alla fin fine anche qui per certe forme vengono fuori una molteplicità di generi diversi cammina:
Forse dobbiamo rassegnarci di fronte al fatto che - per piante non fiorite - deve valere solo l'esperienza ed un pizzico di approssimazione?

Avatar utente
arteebotanica
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3409
Iscritto il: 02/05/2010, 22:23
Sesso: uomo
coltivo dal: 1985
coltivo in provincia di...: Treviso
clima: estati afose inverni a volte freddi e umidi
Località: loria TV
Contatta:

Re: l'utilità dell'areola nella cassificazione

Messaggio da leggere da arteebotanica » 25/12/2014, 11:19

L'uomo cerca sempre di catalogare tutto, dobbiamo sopratutto renderci conto che la natura non è catalogabile
ciao a tutti.
lorenzo stocco
http://www.arteebotanica.org il sito sulle aizoaceae
https://www.facebook.com/lorenzo.stocco#!/

Rispondi