due identificazioni, grazie

Un aiuto nel riconoscere queste sconosciute
Avatar utente
arteebotanica
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3441
Iscritto il: 02/05/2010, 22:23
Sesso: uomo
coltivo dal: 1985
coltivo in provincia di...: Treviso
clima: estati afose inverni a volte freddi e umidi
Località: loria TV
Contatta:

Re: due identificazioni, grazie

Messaggio da leggere da arteebotanica » 16/07/2010, 22:54

ti posto la mia pianta , come vedi anche la mia ha la tendenza di allungarsi ma ha gli internodi più brevi:
anacampseros-filamentosa51.jpg
A. filamentosa
se ti interessa il genere orA metto sulla sezione foto, alcune foto di alcuni miei anacampseros
ciao a tutti.
lorenzo stocco
http://www.arteebotanica.org il sito sulle aizoaceae
https://www.facebook.com/lorenzo.stocco#!/

quaquoco
membro forum
membro forum
Messaggi: 10
Iscritto il: 11/07/2010, 1:09
Sesso: donna
coltivo dal: 1985
Contatta:

Re: due identificazioni, grazie

Messaggio da leggere da quaquoco » 16/07/2010, 23:26

in effetti è più compatta, ancora non ho avuto tempo, domani vedo se riesco a trovarle un posto più soleggiato

Avatar utente
Fab®izio
membro forum
membro forum
Messaggi: 337
Iscritto il: 07/06/2010, 10:21
Sesso: Uomo
coltivo dal: 1990
Località: Caput Mundi
Contatta:

Re: due identificazioni, grazie

Messaggio da leggere da Fab®izio » 16/07/2010, 23:38

a me al sole si sono bruciate le infiorescenze, proprio in questi giorni...
Immagine
>>--the--last--peyotero-->
Vota la tua composizione preferita

Avatar utente
arteebotanica
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3441
Iscritto il: 02/05/2010, 22:23
Sesso: uomo
coltivo dal: 1985
coltivo in provincia di...: Treviso
clima: estati afose inverni a volte freddi e umidi
Località: loria TV
Contatta:

Re: due identificazioni, grazie

Messaggio da leggere da arteebotanica » 17/07/2010, 22:09

il sole a volte fa brutti scherzi, in alcune delle mie ho dovuto tagliare invece, le infiorescenze altrimenti poi mi impestano tutti i vasetti vicino
ciao a tutti.
lorenzo stocco
http://www.arteebotanica.org il sito sulle aizoaceae
https://www.facebook.com/lorenzo.stocco#!/

Avatar utente
salixmaxima
socio AIAS
socio AIAS
Messaggi: 43
Iscritto il: 13/06/2010, 20:04
Sesso: Uomo
coltivo dal: 1976
coltivo in provincia di...: Trieste
clima: Z8 (occasionalmente vento: Bora!)
Socio A.I.A.S. ?: si
Dove tengo le piante in estate ?: All'aperto, con telo antigrandine come ombreggiante
dove le tieni in inverno ?: Serra fredda con riscaldamento d'emergenza se la temperatura scende sotto ai 5 gradi.
Località: Trieste
Contatta:

Re: due identificazioni, grazie

Messaggio da leggere da salixmaxima » 22/07/2010, 7:25

Per l'Anacampseros confermo come genere. Per la specie... direi fila(ta)mentosa :13:
OOOps.. scuste mi è scappata! emot33_zipped: si, nel senso che volevo confermare quello che dice 'ArteBotanica', confermando anche che la specie la vedo pure io molto filata...
Io le mie le tengo nello stesso bancale delle Cactaceae e delle altre piante da pieno sole, e vedono acqua quando la vedono le altre.
Io proverei anche a metterle un vaso più profondo con un tericcio molto sabbioso ed un po' di argilla in maniera che con il tempo diventi compatto, così facendo si stimolerebbe la formazione del caudice/fittone e di conseguenza una base più solida, dove con un po' di più luce la pianta si infoltirebbe e compatterebbe.

quaquoco
membro forum
membro forum
Messaggi: 10
Iscritto il: 11/07/2010, 1:09
Sesso: donna
coltivo dal: 1985
Contatta:

Re: due identificazioni, grazie

Messaggio da leggere da quaquoco » 09/08/2010, 20:41

Grazie dei consigli, ho provveduto a cambire la sua sistemazione, adesso è al sole, per il vaso vedrò cosa posso fare è una questione di spazioImmagine

Escobar
membro forum
membro forum
Messaggi: 15
Iscritto il: 05/08/2010, 17:56
coltivo dal: 1975
Località: Bressanone
Contatta:

Re: due identificazioni, grazie

Messaggio da leggere da Escobar » 11/08/2010, 18:58

Ciao, quoto in tutto quanto ti ha detto Lorenzo, le Anacampseros amano il pieno sole e non si scottano mai, prima della ripresa vegetativa il prossimo anno puoi potare le pianta ed i nuovi rami che si formeranno saranno piú compatti, dando alla pianta un' aspetto più naturale

Rispondi