Le Piante
 L'editoria
      L'associazione

 

Agavaceae Agave polianthiflora

Scheda
Famiglia

Agavaceae

Genere

Agave

Specie

polianthiflora

Descrizione

Rosette piccole, solitarie o cespitose, alte 10-20 cm e larghe 20-30. Dimensioni delle foglie 10-20 × 1-1,3 cm; la loro forma è lineare – lanceolata, la larghezza massima viene raggiunta al centro della foglia, la cui superficie è piatta nella parte distale e convessa nella parte prossimale; il colore è verde, le impronte lasciate sulle due pagine dalla gemma da cui hanno avuto origine sono bianche; i margini, crenulati verso la base, sono bianchi e vistosamente sfilacciati; il mucrone terminale è lungo 7-10 cm, grigiastro, cedevole. L’infiorescenza è una spiga, alta da 1,2 a 2 m, con il gambo rosso; i fiori sono presenti sulla metà superiore del gambo; le brattee, lunghe 1-2 cm, sono deltoidi – lanceolate, subulate e papiracee; i fiori, lunghi 17-42 mm, brevemente picciuolati e generalmente riuniti a coppie in un nodo, sono tubolari, rosei, pruinosi e provvisti di bratteole triangolari, membranose, lunghe 3-6 mm; l’ovario, rosso, è ovoidale e lungo 9-12 mm; il tubo, lungo 22-32 mm, è largo in cima 6-8 mm, molto stretto e ricurvo in basso; i tepali, da ovati a deltoidi, non sono perfettamente uguali tra loro e lunghi 4-7 mm; i filamenti, lunghi 27-37 mm, sono inseriti 4-6 mm al di sopra della base del tubo; le antere, alquanto eserte, sono brevi, rossastre prima dell’antesi, gialle dopo; i pistilli, slanciati, sono eserti prima dell’antesi. I frutti sono capsule da orbicolari ad ovoidali, lunghe 10-15 mm, provviste di apice, pruinose e rugose. I semi, neri e lucidi, misurano 3,5-4 × 2,5-3 mm. La specie si rinviene in piccoli cloni molto radi su affioramenti rocciosi in foreste di pini e querce situate fra 1250 e 200m s.l.m. in un areale che si estende dal Rio Bavispe verso sud da entrambi i lati del confine fra gli stati di Sonora e Chihuahua e verso est fino all’altezza di Ciudad Chihuahua; si trova, inoltre, nel territorio di Majalca (Chihuahua). Presso Yecora crescono forme con foglie più larghe. Si tratta di un endemismo ristretto ad alcune montagne, analogo a quello di altre agavi sonorane, quali A. parviflora Torrey e A. pelona Gentry. L’epiteto specifico1 fa’ riferimento all’aspetto dei fiori che ricorda quelli prodotti dalle specie di un altro genere, Polianthes, della famiglia Agavaceae. Viene classificata nel sottogenere Littaea (Tagliabue) Baker e nel gruppo Parviflorae Gentry. Osservazioni Il colore rosa dei fiori e la lunghezza del tubo distinguono A. polianthiflora da tutte le altre agavi, in specie da A. parviflora della Sierra Pajarito (Sonora), che le è somigliantissima per quanto riguarda le foglie ma che ne differisce sostanzialmente per i fiori, molto più corti (13-15 mm) e di colore giallo pallido. Le analogie dei fiori di A. polianthiflora con quelli prodotti da specie del genere Polianthes2 indussero Thiede ed Eggli a riunire nell’unico genere Agave non solo le specie di Polianthes ma anche quelle appartenenti ai generi affini Manfreda e Prochnyanthes. Ciò comportò ben 29 (!) fra cambiamenti di denominazione e ricombinazioni. Com’era prevedibile, l’operazione non ottenne il consenso unanime dei Botanici, sia per motivi di ordine pratico, sia per le notevoli differenze che caratterizzano l’habitat dei quattro generi e l’aspetto e la fisiologia delle specie in essi incluse (le specie di Manfreda, per es., perdono le foglie ogni anno). Il corpo di A. polianthiflora è, senza dubbio, quello di un’agave; di essa si servivano gli Indiani Warihio, che la chiamavano “taeihcholi” o “mescalito”, per la preparazione di dolciumi arrostiti e per altri usi.

Coltivazione

Nell’habitat di A. polianthiflora cadono annualmente 1000 mm di pioggia, concentrati soprattutto fra luglio e settembre. D’inverno si possono verificare leggere gelate. È, quindi, un’agave robusta che richiede condizioni di aridità soprattutto in inverno. L’esposizione dovrà essere a pieno sole se si vuole che le foglie conservino l’aspetto ed il colore che hanno in natura. Anche coltivata in vaso, fiorisce a meno di dieci anni di età. Dopo la fioritura la rosetta di foglie non muore ma produce attorno al colletto alcuni getti. La moltiplicazione per semina è, tuttavia molto più efficiente di quella per via vegetativa. I semenzali richiedono nel primo anno di vita una umidità costante e una situazione a mezz’ombra. La fioritura inizia a fine estate e le capsule sono mature ad aprile.

Composta

 

Bibliografia

Gentry, H.S. 1982. Agaves of Continental Northern America. University of Arizona Press, Tucson: 203-205. Trager, J. N. & Schick, B. 1998. The Huntington Botanical Gardens present….International Succulent Introductions. Cactus & Succ. J. (U.S.) 70 (2):77-78. Thiede, J. & Eggli, U. 1999. Einbeziehung von Manfreda Salisbury, Polianthes Linn. und Prochnyanthes S. Watson in Agave (Agavaceae). Kakt. u. and. Sukk. 50 (5): 109-113. Irish, M. & G. 2000. Agaves, Yuccas and Related Plants. Timber Press, Portland, Oregon: 151-152. Thiede, J. & Eggli, U. 2001. Sukkulentenlexikon I. Monokotyledonen. Ulmer, Stoccarda: 56, V.

Note

 

Foto

Agave polianthiflora

agave polianthiflora