Le Piante
 L'editoria
      L'associazione

 

Cactacee in Sud America

 

Presentazione

 

Gli habitat del Sud America

Il Sud America, considerato, a seconda della provenienza degli studiosi, un continente o un sub-continente, presenta un’ampia varietà di climi: quello caldo umido della foresta pluviale amazzonica, quello freddo secco della Patagonia, fino a quello arido dei deserti. Ciò è dovuto all’ampiezza della latitudine, alla presenza delle Ande e alla differenza di temperatura tra i due oceani.

Quebrada del Rio de las Conca Argentina

Quebrada del Rio de las Concas, Argentina. Foto: S. DE BORTOLI & F. MARZOCCA

 

Horridocactus heinrichianus Backeberg                        (Piante Grasse 2010/3)

Descrizione
Corpo da sferico a subsferico ad allungato con epidermide da brunastro scuro a verde nerastro, del diametro di 4-10 cm.
Costole 14-22, suddivise in tubercoli alti da 5 a 10 mm, ottusi, con una lunga protuberanza a forma di mento sotto ciascuna areola, che talora è lievemente infossata.

 

Horridocactus heinrichianus

Horridocactus heinrichianus - Foto: A. MANNI

 

Coltivazione
Horridocactus heinrichianus richiede un substrato quasi completamente privo di sostanza organica, ben aerato e sciolto. Non tollera eccessi di umidità e anche le annaffiature debbono essere estremamente ridotte, dato che nel suo habitat non piove quasi mai e l’umidità disponibile deriva dalla condensazione delle nebbie che salgono la mattina dall’oceano.

 

Sulcorebutia rauschii Franck                                   (Piante Grasse 1989/2)

Sulcorebutia rauschii

S. rauschii - Cerro Ayrampo, Bolivia. Foto: A. GENTILI

 

Fra le specie più singolari appartenenti al genere Sulcorebutia si può certamente annoverare Sulcorebutia rauschii Franck, che cresce a 2700 m di quota sulle montagne presso Zudanez (Dipartimento Chuquisaca, Bolivia). Il corpo della pianta, solitario o cespitoso, è alto circa 15 mm con un diametro di circa 3 (le dimensioni di esemplari coltivati, specie se innestati, sono apprezzabilmente maggiori), concavo al vertice con radice fittonante. L’epidermide è di colore verde molto cupo (quasi nero) o viola (in alcune forme grigio-verde).

 

A proposito di sistematica ...

a cura di Anna TREVISAN

Quando Giancarlo SLEITER compilò le schede utilizzò la nomenclatura binomia pressoché riconosciuta per la pianta che stava descrivendo, indicandone anche i sinonimi. Parte delle schede sono state compilate diversi anni fa, abbiamo perciò ritenuto opportuno raccogliere di seguito le modifiche alla nomenclatura proposte da vari autori.

 

Arequipa rettigii (Quehl) Oehme
nuova nomenclatura proposta:
Oreocereus hempelianus (Gurke) D. R. Hunt (1987)
Sinonimi
Echinopsis hempelianus, Arequipa hempeliana, Echinocactus rettigii, Arequipa rettigii, Oreocereus rettigii
Bibliografia

Anderson E. F. 2001. The Cactus Family. Timber Press, Inc. Portland, Oregon.
Hunt, D. et al. 2006 The New Cactus Lexicon. dh books, Milborne Port, England.

...

Horridocactus heinrichianus Backeberg
nuova nomenclatura proposta:
Eriosyce heinrichiana (Backeberg) Katt. (1994)
Bibliografia
Anderson , E. F. 2001. The Cactus Family. Timber Press, Portland, Oregon.

Esmeralda reg Antofagasta Cile

Esmeralda reg. Antofagasta, Cile. Foto: M. MIGLIOLI & A. TREVISAN