Le Piante
 L'editoria
      L'associazione

 

Notiziario n. 7 - Marzo 2010

 

NUMERO SETTE

MARZO 2010

 

 

Cari soci,

per prima cosa vi riportiamo gli appuntamenti per il 2010, salvo variazioni che verranno comunicate con la notizia “Flash”.

 

CALENDARIO 2010

Istituto Don Orione

Via della Camilluccia, 112 / 120

00135 Roma RM (zona Monte Mario)

Tel. 06/355291 (centralino)

Orto Botanico

Largo Cristina di Svezia, 1

00165 Roma RM

 

Sabato 27 Marzo 2010

Ore 15.30

Conferenza sul Messico (ospiti italiani)

Sabato 10 Aprile 2010

Ore 15.30 Mercatino

Semine e tecniche varie

 

Sabato 8 Maggio 2010

Ore 15.30 Mercatino

Innesti

di Sandro Pensa

Sabato 29 Maggio 2010

Ore 15.30

Conferenza

Sabato 12 Giugno 2010

Ore 15.30 Mercatino

Rinfresco e Gara Gastronomica

 

 

CALENDARIO 2010 - MOSTRE

 

23 – 24 – 25 Aprile 2010

Primavera alla LANDRIANA

Ardea (Roma)

 

comunicare la disponibilità per stare

al banchetto AIAS a Claudio Montosi

(Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

7 – 8 – 9 Maggio 2010

Primavera all’Orto Botanico Roma

 

comunicare la disponibilità per stare

al banchetto AIAS a Vanda Del Valli

(Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

 

 

 

 

 

 

 

14 – 15 – 16 Maggio 2010

Florakult

al quartiere La Storta (Roma)

 

comunicare la disponibilità per stare

al banchetto AIAS a Vanda Del Valli

(Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Per tutte e tre le manifestazioni i soci sono invitati a portare le proprie piante grasse, da esporre sul banchetto A.I.A.S.

 

&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&

 

"Il Congresso Aias di Ravenna"

 

La Sezione Lazio Aias, in occasione del XXXI Congresso Nazionale che si terrà a Ravenna il 5 e 6 giugno 2010, organizza un viaggio in pullman da venerdì 4 a domenica 6 giugno.

Il consiglio di coordinamento della sezione Lazio, in considerazione dell’importanza dell’evento ha deciso di stanziare 800 euro, altrimenti destinati all’invito di uno studioso estero, come contributo per il viaggio. La decisione è stata presa in quanto lo studioso estero sarà comunque presente al congresso e perché l’occasione di un incontro sociale con la neosezione Emilia Romagna era troppo ghiotto!

Il programma di massima prevede:

  • Venerdì 4 giugno: ore 07.00 partenza con Pullman GT , arrivo a Ravenna e trasferimento in albergo, pomeriggio a disposizione per la visita alla città; ritorno in albergo e pernottamento;

  • Sabato 5 giugno: trasferimento alla mostra di Piante Grasse nell’ambito della quale si tiene il Congresso; ritorno in albergo e pernottamento;

  • Domenica 6 giugno: trasferimento al Congresso e alle ore 18,00 partenza per Roma.

La quota di partecipazione è stata fissata in 250,00 euro e comprende i trasferimenti in pullman GT e i due pernottamenti mentre non comprende i pranzi e le cene.

Entro e non oltre il 25 aprile (mostra alla Landriana) dovrà essere versato l’acconto di 100 euro per prenotare il pullman e l’albergo.

Il viaggio è aperto alla partecipazione di parenti e amici dei soci Aias. Il pullman è da 50 posti ed eventuali resti delle quote di partecipazione saranno messi a disposizione dei partecipanti sotto forma di contributi per i pasti.

&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&

 

da Carlo Manni

 

L’ERBARIO

 

Su tutti i testi che uno può consultare sull’argomento dell’erbario, troverà a chiare lettere che “un erbario è una raccolta di piante seccate, pressate e fermate su fogli di carta bianca di misura standard (297×420 mm, formato internazionale A3).

È certo che una presentazione di questo tipo non è in grado di stimolare l’interesse e predisporre alla lettura di un articolo sull’erbario; forse sarebbe meglio ricordare quando a scuola la maestra ci portava in giardino a raccogliere le foglie, dalle più grandi alle più piccole: per me le grandi erano quelle dei platani e le piccole quelle dei pioppi. Ci mostrava come stenderle su un foglio e come seccarle, se erano ancora verdi: in conclusione, ci insegnava come realizzare un nostro piccolo erbario, anche se di sole foglie. La mia fortuna è stata di aver ricevuto questo insegnamento nell’infanzia e di aver incontrato in età matura un gruppo di Roma che si chiamava proprio “il Gruppo dell’Erbario”.

È con loro che ho imparato sul campo le tecniche per raccogliere ed essiccare le piante, che mi sono appassionato alla botanica e alla nostra flora. Ancora oggi sono molto legato a questo gruppo; purtroppo non esiste più l’erbario (quelle delle piante) a causa della mancanza di una sede, che è venuta a mancare. Adesso a trenta anni dalle mie prime esperienze botaniche sul campo, ho deciso di ricominciare con l’A.I.A.S. per creare un erbario delle piante succulente spontanee nostrane. Sicuramente qualcuno di voi si chiederà quale importanza possa avere per un’associazione il possesso di un erbario: è principalmente di tipo educativo. Ma la cosa importante è notare che non esiste ancora in Italia un erbario specializzato di questo genere: è quasi come se il fenomeno della succulenza non abbia avuto una grande considerazione nel mondo botanico; ebbene, diamogliela noi questa importanza!

Siamo pronti a tenere in grande considerazione ricerche e piante che provengono da qualunque parte del mondo, ma non sappiamo nulla di quelle che vivono accanto alla nostra casa. Sono sicuro che anche coloro che fino ad oggi sorridevano o si scandalizzavano a sentir parlare di Sedum, Sempervivum, duna , ambienti salmastri, alla fine capiranno l’importanza di questa nostra iniziativa.

Non esistono solo le piante da collezione, non siamo un’associazione solo da raccolte e mostra, ma penso che abbiamo anche l’obbligo di diffondere una cultura botanica. E nel tempo perché non ampliare la raccolta a piante succulente di qualunque ambiente del mondo? Sta a noi decidere, io nel mio piccolo sto iniziando.

 

&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&

 

NOVITA’ EDITORIALI DAL MONDO (di Roberto Rastelli)

 

HAWORTHIA FOR THE COLLECTOR

 

Questo nuovo libro scritto da Schultz alla fine del 2009, ha la particolarità di descrivere le piante nel loro habitat, focalizzando l’attenzione su identificazione, malattie, cure e propagazione.

Le 240 pagine riccamente illustrate con 560 foto a colori di grande formato, ne fanno un ottima guida per tutti coloro che sono interessati a conoscere questo genere.

Il volume sarà disponibile quanto prima ad un prezzo indicativo di circa 50 €.

 

Roberto Rastelli, Via Stradone del Sandalo 57, I-00042 Anzio (RM)

Tel 06-9819463

email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.ibr-book.net



&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&

 

da Alina Bucchi

 

Domenica 7 marzo abbiamo fatto finalmente una piacevole trasferta al vivaio Floricola di Francesco Grossi. Eravamo un bel gruppetto di persone che si è dato appuntamento a Piazza Marconi alle 9,30 puntuali di fronte all’obelisco: giornata di sole anche se un po’ fresca.

Il viaggio è stato un po’ rocambolesco visto che in pratica nessuno di noi conosceva bene la strada per raggiungere il vivaio e anche a causa dei lavori che stanno stravolgendo la Laurentina.

Comunque, anche se in ordine sparso, tutte le macchine sono arrivate a destinazione. Il vivaio Grossi, specializzato in piante grasse, copre una vasta estensione nella campagna alle porte di Roma e ha due grandi serre all’ingresso e due sulla collina. Le prime piante che si notano sono sette ferocactus enormi in un vaso e una palma a tronco triangolare.

E’ inutile dire che ci siamo subito immersi nella vastità dei bancali (infiniti !!!!) con piante di tutte le misure. Claudio si è divertito a fotografare le più belle e tutti sono tornati a casa con un ricordo (qualcuno una cassetta piena).

Era tanto tempo che non si faceva in gruppo una passeggiata in vivaio e speriamo di organizzarne altre, con l’arrivo della Primavera.

 

&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&

 

Per chi volesse scambiare notizie, scaricare foto, scrivere impressioni varie sul mondo succulento, esiste un FORUM di appassionati di piante grasse creato da una socia AIAS (Stefania Salerno).

Questo è l’indirizzo : www.cactusgroup.org (ci sono le modalità per eventuali iscrizioni).

IL FORUM E’ GRATUITO.